Cerca nel blog

giovedì 18 luglio 2013

Dolce free glutine!!!! Se siete intolleranti al glutine questo dolce e' per voi!

16 aprile 2010

Fresca crostata gluten free...

tortine e nastro 1

Fortunatamente in casa non abbiamo problemi di allergie od intolleranze varie.
Dico fortunatamente solo perché è ovvio che rende più veloce e semplice la vita, non dovendo preoccuparci più di tanto nell'acquisto degli ingredienti per poi andremo a mangiare.
Fortunatamente però al giorno d'oggi anche chi ha problemi di allergie od intolleranze può avere accesso sia ad ingredienti studiati apposta sia a prodotti finiti che tengano conto delle loro esigenze, senza contare che anche i cuochi e pasticceri ormai si avvicinano a questo mondo creando delle vere meraviglie (uno su tutti Luca Montersino).
Abbiamo scoperto recentemente che alcuni nostri cugini acquisiti sono celiaci.
Ho così cominciato a guardarmi in giro, cercando di trovare dei dolcini da poter fare anche a loro, che non siano sempre gli stessi e che diano altrettanta soddisfazione.
Ho attinto proprio a Montersino nel caso della frolla, fatta con farina di riso e farina fumetto: beh, è stata una vera sorpresa.
Friabile e piacevolissima, credo la userò anche per alcune crostate "standard".
Preparate la crema:
E' una crema di limoni ed acqua (per semplificare) che non prevede uova e che usa come addensante la fecola: perfetta per il mio scopo!
Ecco dunque le tortine con frolla di riso e crema di limone, assolutamente ed orgogliosamente gluten free (ed ottime soprattutto). ;o)

tortine e nastro 2

TORTINE GLUTEN FREE CON FROLLA DI RISO E MAIS E CREMA AL LIMONE


Ingredienti per uno stampo da circa 26 cm di diametro o per diverse tortine piccine

per la frolla senza glutine (di Luca Montersino)
250 gr di farina di riso
150 gr di farina di mais fine fine (tipo fumetto, che ho preso qui)
200 gr di burro
225 gr di zucchero (lui lo usa a velo, io ho usato quello semolato)
2 gr di lievito per dolci
125 gr di tuorli (circa 6)
20 gr di latte

per la crema di limone (vista da Cinzietta e che ha portato alla luce Anita)
250 gr di acqua
150 gr di zucchero
50 gr di fecola
scorza grattugiata di 2 limoni amalfitani
succo di due limoni *

* se usate limoni "comuni" forse è meglio se riducete un po' la dose di succo ed aumentate in proporzione l'acqua, perché la crema verrebbe molto aspra


Preparazione

Per prima cosa preparate la crema.
In un pentolino mescolate a freddo scorza di limoni, zucchero, fecola ed acqua (aggiungendola poco per volta e mescolando, in modo da evitare grumi).
Scaldare, appena accenna a spiccare il bollore (o quando vedete che prende una cosistenza simile alla crema pasticcera) spegnete il fuoco ed aggiungete il succo dei limoni.
Lasciate raffreddare e procedete col guscio.
In una ciotola lavorate il burro morbido con lo zucchero: quando otterrete una crema unite i tuorli, uno alla volta, il latte e le farine col lievito.
Una volta che l'impasto sarà omogeneo mettete a riposare, avvolto in pellicola, in frigo, per un'oretta circa.

Preriscaldate il forno a 180°.

Riprendete l'impasto e stendetelo nella teglia.
Versateci la crema ormai fredda, se vi avanzano dei ritagli di impasto fate delle decorazioni in superficie ed infornate per una mezz'ora, 40 minuti circa (dipende molto dal vostro forno).
Se optate per tortine più piccole riducete ovviamente i tempi di cottura.
Lasciate raffreddare completamente prima di consumare, servita magari con ciuffi di panna montata a stemperare la "dolce asprezza" del limone.

tortine e nastro 3

Nota: nelle foto ho fatto delle tortine usando come guide le teglie dei muffins di dimensioni standard. Sono molto carine, ma lo strato di crema viene molto alto, ed al centro han fatto un po' fatica a cuocere.

Nota 2: vi ho dato le dosi per una tortiera grande anziché quelle da tortine piccole perché ne ho fatte di diverse forme e misure, e non riesco ad essere più precisa nel dirvi quante ne verrebbero. Dandovi le dosi per lo stampo grande vi fate l'idea della quantità di dolce che otterrete.

Nota 3: pur avendo usato i limoni di Amalfi, notoriamente più "dolci" rispetto ai comuni limoni che si trovano nelle retine e particolarmente aspri, la crema di limone ha un sapore molto deciso che potrebbe anche risultare eccessivo. Se caso potete provare ad aumentare un pochino l'acqua ed a diminuire la dose di succo.