Cerca nel blog

giovedì 21 aprile 2011

TECNICA DEL CARTONAGGIO

Iniziamo con le basi del CARTONAGGIO.
materiali che serviranno (foto1 - foto2) MATERIALI
   
foto 1 e foto 2
un bisturi o cutter, una riga o squadra di ferro, forbici, colla (vinavil), un pennello medio - grande, potranno essere utili anche un compasso, della carta vetrata, la colla a caldo, e naturalmente il cartone!
Esistono vari tipi di cartone con doti diverse e quindi per usi diversi, il più usato è quello “grigio”, esistono varie grammature da 24,30,40 ecc…, quello da 90 è il più sottile, quello da 24 fa parte dei tipi a spessore più alto.
REGOLE BASE PER IL CARTONAGGIO:
Una delle regole fondamentali dei lavori in cartone è che questo deve essere sempre rivestito con la carta in entrambi le facce, altrimenti una volta asciutto si deforma.
Altra cosa molto importante è che quando un cartone viene rivestito, la carta (o la stoffa) utilizzata deve essere tagliata nella direzione longitudinale, questo per evitare le noiosissime piegoline.
Per sapere quale sia il verso della carta, basta stendere e tirare con energia un angolo tra pollice e indice, la parte che rimane liscia dopo la tensione indica il “verso” longitudinale, quella che s’increspa o si ondula è la direzione trasversale.
Anche inumidendo un pezzo di carta si può capire, la carta si incurva nella direzione trasversale.
Per quanto riguarda il cartone e cartoncino la cosa è più facile da capire poiché si vedono le righe, e in ogni caso piegando nei due sensi si noterà che la parte più facile è del senso trasversale.
Prima di tagliare il cartone si deve quindi prestare attenzione al verso, dobbiamo poi tracciare con la matita le varie misure che ci servono, e non si dovrebbe tagliare subito ma fare un primo taglio che serve a dare la giusta direzione, mentre con il secondo si può dare un taglio netto (foto 3)
foto 3
La carta che servirà da rivestimento deve essere tagliata con almeno 1 cm di più rispetto ai lati del cartone.
La colla sulla carta deve essere stesa in modo molto uniforme per evitare bolle, in caso allungare il vinavil con un po’ d’acqua.
Il cartone deve essere posato sulla carta in modo che tutti i margini abbiano la stessa misura.
Dette queste piccole regolette, possiamo iniziare a fare un semplice lavoro.
 
Vogliamo iniziare con una cartellina porta disegni? OK al lavoro! (foto 4)
foto 4




Iniziamo con il tagliare i cartoncini, tenendo presente che le misure dovranno essere uguali al foglio da disegno + 2 cm per lato.
Sui lati n°2 e 5 si devono tagliare via 2 triangolini (foto 5)
  foto 5
Preparate i fogli che servono per ricoprire la cartellina lasciando 1 cm in più per lato, conviene segnare le misure con una matita così da sapere dove appoggiare il cartone.
Ricordate di lasciare tra un cartoncino e l’altro almeno 2-3 cm. (Foto6)
foto 6
Stendete la colla in modo uniforme e con delicatezza appoggiate i cartoncini.
Piegate e incollate i lati della carta verso l’interno (foto 7)
foto 7
Ora voltate il lavoro e rifate i vari passaggi, con la stessa carta o di colore diverso.
Aspettate che si asciughi un pochino, poi prendete della carta stoffa e cercate di tagliarla il più perfetto possibile con le misure dei lati dove si dovrà piegare per aprire e chiudere (battitura del dorso o cerniera).
Per incollarla, mettere la tela con il rovescio verso l’alto e stendere la colla che deve essere abbondante ma non eccessiva, appoggiateci i cartoncini già preparati in precedenza, iniziando dalla parte interna della cartella,e premete un po’, piegate i il bordino verso l’interno.
Pulite subito dalla colla che sarà fuoriuscita,capovolgete il lavoro e rifate uguale.
Questa operazione dovete farla su tutte le battiture della cartellina.
Ora il vostro porta disegni è pronto, ma per tenerlo chiuso vi consiglio di inserire un bel nastrino di raso.
Nel rettangolo n° 1 interno, fate 2 fori, e da quelli ci fate passare due pezzi di nastro fissandoli con un nodino.
Ora potete chiudere la cartellina con un bel fiocco.
La cartellina è così terminata! (foto cartellina)